Chi sono i Targeted Individuals?

—>NOTA: QUESTA PAGINA E’ IN COSTRUZIONE (la versione aggioranata e completa è in inglese all’indirizzo https://tragicmyronmay.org/who-are-targeted-individuals)

Un Targeted Individual (TI) che letteralmente si traduce in “Individuo Bersagliato”, è una vittima di Stalking Organizzato di Gruppo (Organized Gang Stalking in inglese, o OGS) e/o di Armi Bio-Elettromagnetiche.
In parole povere, è vittima di due misconosciute particolari forme di crimine organizzato che molto spesso avvengono contemporaneamente.
Perciò la domanda è: cosa sono lo Stalking Organizzato di Gruppo e le Armi Bio-Elettromagnetiche?
Innanzitutto cerchiamo di essere chiari su un paio di popolari equivoci riguardanti la terminologia.
Anche se i termini “elettroniche”, “stalking”, “molestie” e “anonime” vengono usati spesso sia su internet che nella vita reale per descriverli, non hanno niente a che fare con i ben conosciuti fenomeni del mondo di internet di molestie e bullismo online, e cyberstalking. Inoltre, anche se viene usato il termine “gang” (in Organized Gang Stalking), non hanno niente a che fare con le armi da fuoco (anche se, continuando a leggere, si comprende che le armi coinvolte non hanno nulla da invidiare alle armi da fuoco).
Sono stati descritti “alla leggera” come molestie/vessazioni di gruppo, mobbing sociale, bullismo di gruppo, stalking di gruppo, bullismo organizzato, “bullismo sotto steroidi”, bullismo tra adulti, stalking di gruppo, vessazioni psicologiche, vessazioni tecnologiche, vessazioni anonime, bullismo moderno. Più duramente come “stupro mentale”, stupro silente, “stupro elettronico”, persecuzione elettronica, “stalking mentale”, tortura pulita, rapimento tecnologico, tortura a distanza, tortura tecnologica, tortura senza contatto, tortura elettronica, tortura elettromagnetica, una sorta di “omicidio dai mille tagli con un foglio di carta”, i moderni strumenti sociali di schiavizzazione ed eliminazione, una “morte lenta”, il “campo di concentramento elettromagnetico”, l’ “olocausto tecnologico”, aggressione elettronica, crimini di stato, “terrorismo satellitare” e terrorismo interno. In termini legislativi, sono stati identificati in tre modi: come crimini d’odio, come una forma di racket dove l’ obbiettivo è puramente il controllo piuttosto che il denaro, e soprattutto come crimini contro l’umanità perciò pesanti violazioni di diritti civili ed umani.
Il fenomeno Targeted Individual ha avuto molto poca visibilità nei media principali, perciò se non ne hai mai sentito parlare è normalissimo. Si tratta inoltre di un fenomeno piuttosto “scomodo da maneggiare”.
Prima di addentrarci, è bene notare che ciò che i TIs affrontano non ha fine: è un incubo lungo una vita. Seppure alcun attacchi non sono troppo dannosi se presi come eventi saltuari, ciò che ne fa un incubo è che non terminano mai del tutto (per non parlare del fatto che sono misti ad attacchi molto pesanti). Insomma anche se le molestie raramente cessano per settimane o nel migliore dei casi per mesi (comunque, il consenso generale concorda con il fatto che la sorveglianza, che può essere di per sè considerata una molestia, non finisce mai), ricominciano sempre: è estremamente raro imbattersi in storie di TIs liberi da molestie per periodi superiori a pochi mesi. Inoltre, è una speculazione comune nella comunità di TIs che alcuni vengano assassinati o quantomeno spinti al suicidio. Ma siccome questi crimini non sono riconosciuti e le armi coinvolte non lasciano prove, le uniche traccie della loro esistenza sono le affermazioni di quelli vivi circa le vessazioni/torture (i morti non possono lamentarsi). Infine, ricorda che i TIs sono persone comuni come te e me: non ricche, non criminali, non potenti. E che ciò fa in modo che questi crimini siano tanto sconosciuti sia per l’ opinione pubblica che per le forze dell’ordine è che non sono plausibili: perchè mai qualcuno si impegnerebbe tanto ed addirittura userebbe delle armi tanto sofisticate per torturare un pincopallino qualunque da remoto? E’ molto più semplice prendere in considerazione l’ipotesi della malattia mentale. Generalmente, anche i TIs non hanno idea di quale possa essere il movente.
  • Lo Stalking Organizzato di Gruppo (OGS) è una forma di mobbing sociale e stalking organizzato combinati. Così come esiste il mobbing sul posto di lavoro, che è pubblicamente annoverato, questa è la (meno conosciuta ma più straziante) forma sociale. Solitamente, l’ OGS implica mobbing sul posto di lavoro.
Anche le espressioni “Organized Harassment” (tradotto in “molestie organizzate”), “Organized Staking” (tradotto in “stalking organizzato”) e “Gang Stalking” (tradotto in “stalking di gruppo”) vengono usate (molto spesso a dire il vero), a volte per riferirsi più praticamente alla combinazione di entrambi i fenomeni del OGS e dell’ uso di DEWs, poichè sono collegati e spesso avvengono contemporaneamente. Anche la sola citazione OGS viene a volte usata implicitamente per riferirsi simultaneamente anhe alle DEWs. “Organized Harassment” ed “Organized Stalking” sono probabilmente espressioni più appropriate di “Gang Stalking”, poichè oltre a comunicare la natura organizzata e sistematica dei crimini in questione, evitano di creare l’ erronea impressione che le attività vengono effettuate da sanguinosi criminali di strada (in realtà, gli americani traducono il termine “gang” anche in “gruppo”).
Probabilmente un nome migliore (ma che non viene quasi mai usato) di quelli appena citati è “Organizational Stalking” (tradotto in “Stalking Organizzativo”), in quanto comunica il coinvolgimento di una organizzazione vera e propria, però anche la classica espressione “Crimine Organizzato” comporta il coinvolgimento di un’organizzazione eppure è chiamato così, perciò non è poi così importante.
organized-gang-stalkingOGS sono vessazioni organizzate per eccellenza, dove un cospicuo numero di stalkers/vessatori sono coinvolti a qualche livello, e tutti sono sotto la diretta od indiretta influenza di alcuni autorevoli soggetti della società che verosimilmente hanno diffamato la vittima con false accuse, e/o hanno offerto qualche forma di ricompensa oppure hanno fatto minaccie, in modo da reclutare gente comune (oltre a sconosciuti, anche chi è vicino alla vittima come vicini di casa, amici, membri di famiglia, colleghi di lavoro) per lo stalking/vessazioni, o quantomeno per promuovere tali attività. Può evolvere in frodi, sabotaggio finanziario, violazioni di proprietà privata, rapine, incidenti automobilistici preparati ed aggressioni fisiche, ma generalmente comincia con sorveglianza (la quale fondamentalmente comporta sostenute violazioni della privacy) e pettegolezzi, mancanza di rispetto, provocazioni, attitudini odiose ed ostili, suscitare arrabbiature e tensioni, bullismo, sfide e derisioni, marginalizzazione ed isolamento, condizionamenti Pavloniani, sketch in pubblico (fingere di non conoscersi per meglio incidere sulla vittima attraverso scenette improvvisate), discredito, denigrazione e diffamazione, campagne del rumore (sostenute produzioni di rumori o conversazioni percettibili particolarmente fastidiose per la vittima), gaslighting (una forma di violenza psicologica che mira a far dubitare le vittime della propria percezione, memoria e sanità mentale), la compromissione delle relazioni, umiliazioni, vandalismo, intimidazioni e ricatti.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: